lunedì 9 novembre 2009

Perchè un blog?

2013-12-18 10.09.46 Estate del 2007, una giornata in spiaggia, due donne: una mia amica, ed un’amica di questa, con un figlio, decisamente obeso. La conversazione ad un certo punto cade su diete e dintorni e qui interviene la mia amica che racconta di me, suscitando incredulità e curiosità da parte dell'altra e del figlio.
Il ragazzo, con alle spalle il solito bagaglio di diete fallite e buoni propositi caduti in prescrizione davanti al frigo, chiede incredulo, di poter vedere delle foto.
All'epoca ero già in perfetto peso forma, in piena preparazione alla prima gara podistica della mia vita, non ero in ferie, quindi quando fui raggiunto in quel del continente dalla telefonata della mia amica che chiedeva  di poter far visionare agli interessati alcune mie foto oversize in suo possesso , dopo avermi esposto i motivi, rimasi sorpreso e chiaramente approvai con entusiasmo.
Il giorno dopo nuovo incontro del gruppetto vacanze in una spiaggia diversa, (alla faccia dei lavoratori), dove tra spiaggine, teli e ombrelloni fecero la loro apparizione le mie magnifiche foto xxxl,  unitamente ad una recente: a quel punto i San Tommaso della situazione dovettero ricredersi.
Quando la sera chiamai , curioso dell'esito della mia sfilata, mi fu riferito tra le altre cose la frase che il più interessato aveva esclamato dopo aver visionato il mio "book":
"Se c'è riuscito lui ce la devo fare anche io!"
E così fece, a tutt'oggi (non lo ho mai conosciuto) mi risulta essere un perfetto figurino ipersportivo e spero un giorno di poter scrivere un post a quattro mani con lui.
Da questo episodio prese forma nella mia mente l'idea del blog, nato come testimonianza di un percorso, un invito, un esempio che insieme ad una serie di altre circostanze favorevoli (in primis la volontà della persona di affrontare seriamente il problema), potesse far scoccare la scintilla necessaria a far maturare la decisione.
Poi l'evoluzione, la scoperta dell'universo parallelo delle gare domenicali in opposizione all'universo del pur rispettabilissimo popolo del divano, un'escalation di gare e garette nei luoghi più disparati e dalle distanze più varie, vere arene per top runner provinciali e non e per tapasci mondiali, ma sempre vissute con l'ammirazione per chi sta davanti ed il rispetto per chi resta dietro. Da qui le cronache di autocelebrazione di gare e tempi che sia pur ridicoli, per me erano pura fantascienza sino a qualche anno fa, e poi ancora la scoperta del trail, e dopo il trail chissà... Ma lo scopo principale resta e resterà sempre convertire e conquistare qualche xxxxxl di passaggio, non certo con il metodo Pizarro.

8 commenti:

  1. Tu non hai idea di quante persone che conosco hanno questo problema ma non li scocca la scintilla! se mai mi chiedessero qualcosa io li inviterò a leggere il tuo blog. Saluti ciao!

    R.Davide

    RispondiElimina
  2. Quoto Davide...Sei d'esempio!

    RispondiElimina
  3. Anch'io credo che utilizzerò il tuo blog come esempio.
    Perchè lo sei!

    RispondiElimina
  4. Pur essendo meno "panzone", passami il termine, il tuo esempio mi è stato utilissimo per passare da 91 a 75 kg :-)

    ciao

    RispondiElimina
  5. cacchio! finalmente una persona motivata, positiva e propositiva! credo che ti leggerò ogni giorno, perchè ho un disperato bisogno di circondarmi di gente che ce la fa, e credimi, siete rarissimi. evviva!
    Alessandra

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti,
    raga è dura,durissima direi.Sono in discreto sovrappeso e faccio attività fisica stagionalmente,nel senso che l'inverno diventa inferno e quindi tutti gli anni mi risveglio ad aprile.
    In una decina d'anni ho corso 5 maratone e svariate mezze,nei tempi d'oro anche ogni settimana.
    Ora faccio una fatica bestia,e cerco in questo blog stimoli e motivazioni.A parte qualche doloretto alle ginocchia,causa surplus peso,sto benissimo.Con le motivazioni giuste avevo una frequenza di allenamento trisettimanale,1 ora, e una mezza nelle non competitive ogni domenica.Da un paio d'anni,limitatamente a primavera/estate,non vado oltre due uscite settimanali da 40 minuti più 15 km la domenica.Ce la potrò fare ?

    RispondiElimina
  7. @Anonim_A:
    Spero di poterti essere veramente di aiuto, in bocca al lupo :-)

    @Jack:
    Ce la potrai fare...solo se lo vorrai fare!

    RispondiElimina
  8. sei diventato ufficialmente il mio esempio!ho iniziato da pochissimo e per ora la volontà c'è (speriamo che duri)ho aperto il mio blog diario per crearmi un'altra opportunità di non mollare e ora seguo te che mi dai la speranza che anche io ce la posso fare! :)

    RispondiElimina